Il Raduno

Il Jazz Manouche nasce intorno gli anni 30 in Francia grazie al chitarrista belga Django Reinhardt che rivisitò lo  swing americano pur mantenendo le proprie radici nella musica tzigana, nei valzer musette francesi e in quella  balcanica che nel corso dei secoli ha influenzato tutta la musica folkloristica del mediterraneo.

Il Jazz Manouche parla un linguaggio familiare compreso da tutti e continua a riscuotere un grande successo.
Oggi è diventato parte integrante della musica nazionale francese rappresentandone un emblema: è diventato un punto di rifermento per tanti musicisti che lo seguono con passione ed interesse in tutto il mondo. Questo stile “di nicchia” in Sicilia e in Italia in genere, ha una grande diffusione nei paesi come la Francia ed ha un impatto fortemente comunicativo anche su un pubblico non esperto.
Con l’avvento di mezzi di comunicazione sempre più avanzati le parole aggregazione e condivisione sono all’ordine del giorno, le distanze si sono dimezzate.
Internet ha avuto il grande merito di mettere in contatto tantissimi musicisti da tutte le parti del mondo permettendo uno scambio di idee e quindi una crescita socio-culturale.
L’idea è quella di dedicare uno o più eventi a favore della divulgazione di questa cultura  e di mettere in contatto musicisti che oggi rappresentano l’eredità di Django Reinhardt e del Jazz Manouche.

Si organizzerà quindi un calendario che preveda varie fasi:

  • proiezione di video documentari
  • esibizioni live con ospiti e special guest provenienti direttamente dalla Francia
  • seminari e corsi base rivolto a strumenti come violino, chitarra, contrabbasso, armonica, fisarmonica, canto,
  • jam session
  • degustazione vini e piatti tipici siciliani e francesi
  • esposizione liuteria e strumenti musicali